Ma tu, cosa stai facendo contro la crisi per la tua Attività?

Grazie al mio lavoro sono a contatto con molti titolari di Attività sparse su tutto il territorio italiano, da nord a sud, isole comprese. Che tu ci creda o no, durante una normale conversazione, il termine che sento utilizzare maggiormente è: “CRISI”.

C’è la crisi, siamo in crisi, i clienti non pagano perché c’è la crisi, i clienti non riparano più la macchina perché c’è la crisi, crisi, crisi, crisi!

Ok a questo punto possiamo affermare che c’è la crisi, questo è un dato di fatto!

Ti faccio un esempio semplice, semplice:
credo che almeno una volta ti sia capitato di forare una ruota mentre facevi una passeggiata in bicicletta. Ti sarai accorto che con la ruota sgonfia non si può andare avanti, o comunque si fa molta più fatica di prima. Per ripartire avrai riparato o fatto riparare a qualcuno la ruota forata. Dopo questo intervento sarai riuscito a riprendere la tua passeggiata in bicicletta.
Morale: se non ti dai da fare, non puoi ripartire.

Ora che abbiamo capito di essere in un periodo di crisi, fingiamo che la tua azienda si trovi con una gomma forata, tu cosa stai facendo per poterla “riparare” e quindi superare la crisi? Schiaccia la crisi o la crisi schiaccia te!

A diversi clienti ho fatto questa domanda e la risposta più ricorrente è quella che essendoci la crisi, non ci sono i soldi da investire per rinnovare, per fare pubblicità, praticamente non si può far più niente, l’unica soluzione sembra quella di rimanere immobili.

Se mi permetti a questo punto, mi girano un po’ le palle! Non posso credere che in una carrozzeria o un’officina che si ritenga tale, non ci siano poco più di 200 euro, hai capito bene, solo 200 euro da investire in pubblicità! (Se ci pensi bene è una cifra che equivale a circa 45 pacchetti di sigarette).

Quindi facciamo un po’ di conti:

  • con 226 euro si possono stampare 1.000 pieghevoli da un foglio A4 fronte e retro, a colori;
  • con la grafica per il tuo dépliant, che potrai utilizzare più volte.

Aggiungi un po’ del tuo tempo o quello di un collaboratore (che dovreste avanzare, visto che è un periodo di crisi in officina o in carrozzeria) e vai a distribuire i volantini in giro per la città.

Crea un’iniziativa a un prezzo promozionale come un tagliando, un cambio gomme, la pulizia degli interni, il controllo del clima, il check-up dell’auto prima delle ferie e chi più ne ha più ne metta, le idee non dovrebbero mancare, oppure comunica quali sono i servizi che offre la tua attività. Fai stampare i tuoi dépliant e vai a distribuirli nella tua zona.

A meno che tu non viva nel deserto, almeno 10 sulle 1.000 persone che riceveranno il volantino (si tratta dell’1%) verranno nella tua officina o carrozzeria. Magari si tratterà di qualche cliente nuovo, o di qualcuno che si era dimenticato di te o che non conosceva uno dei servizi che offri, incrementando il tuo fatturato, anche se di poco (ricorda che con una goccia per volta si riempie un oceano).
Se questo funziona lo puoi ripetere più volte variando i tipi di iniziative. La spesa sostenuta si ripagherà, la gente saprà che esisti, si ricorderanno di te quando avranno bisogno e potrai superare la crisi.

Troppo difficile?

Se stai fermo non succede niente, sono finiti i tempi delle vacche grasse, bisogna cambiare mentalità e andare a catturare i clienti. Chi si muove per primo in questa direzione avrà un vantaggio rispetto agli altri.
Se stai fermo sarai destinato a chiudere la tua attività, perché piangendoti addosso i clienti non arrivano, i clienti non arrivano più da soli, la gente bisogna richiamarla, bisogna fare iniziative e ricordare che la tua azienda esiste!

Bisogna finirla di nominare questa cazzo di crisi, la crisi esiste solo nelle azienda che la chiamano!

Avanti tutta e buon lavoro!

Fonte dell’articolo FOXCAR

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*